E’ la Roma di Zaniolo ma Porto rimane in corsa

 

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

“E’ una serata memorabile che non scordero’ mai”. La definisce cosi’ Nicolo’ Zaniolo la serata in cui si prende la scena in Champions League realizzando una doppietta al Porto. Il 2-1 finale dell’Olimpico lascia un po’ di amaro in bocca alla squadra di Di Francesco, ma a livello personale Zaniolo non puo’ non essere contento. “Non ho parole, ho realizzato un sogno che avevo sin da bambino pero’ sono soprattutto felice per la vittoria che ci serviva perche’ era importante iniziare bene questa sfida – le parole dell’esterno offensivo -. Certo, abbiamo preso quel gol che puo’ essere fastidioso, ma andremo in Portogallo per passare il turno. Sara’ dura, come sempre in Champions, ma sono sicuro che se giocheremo come sappiamo alla fine andremo avanti. Il ghiaccio sul polpaccio? Nulla di grave, solo crampi. Ho corso tanto, ma sono felice di farlo per questa squadra”.

Zaniolo e’ il piu’ giovane italiano a realizzare una doppietta in Champions League. “E’ un altro record che si aggiunge a quello che sta mostrando partita dopo partita – sottolinea il capitano giallorosso, Daniele De Rossi – Ha una prepotenza fisica incredibile per un ragazzo di 19 anni e la abbina anche a un’ottima tecnica. Non scopro niente, gia’ e’ un grande giocatore ma diventera’ un campione”. Spostando l’attenzione alla partita, poi, De Rossi ammette che “c’e’ un po’ di rammarico per il gol subito perche’, a differenza di quello fatto vedere negli ultimi mesi, siamo stati abbastanza compatti”. “Non avevamo concesso niente, e prendere gol cosi’ subito dopo il nostro raddoppio su una palla svirgolata ci ha fatto male. E’ un vero peccato. Il ritorno? Il 2-1 non ti fa stare tranquillo ma e’ un buon risultato. Non dovremo prendere gol li’, e fare una partita attenta come oggi. Partiamo avvantaggiati, diciamo che le percentuali sono 51% a 49% per noi”.[irp]

Anche il tecnico Eusebio Di Francesco storce un po’ la bocca per il 2-1 finale. “Peccato per il risultato perche’ il gol subito non e’ nemmeno stato tanto un nostro errore. E’ stato casuale e sfortunato, e ci ha fatto rivivere gli incubi del nostro passato con le rimonte subite, ma ho fatto i complimenti alla squadra per l’atteggiamento – rivela l’allenatore -. Abbiamo dimostrato solidita’, creato tanto e concesso poco. Ci stavano i due gol di vantaggio ma mi tengo stretto la prestazione di alto livello. E al ritorno dovremo fare gol, non andremo per difendere il risultato. Dobbiamo avere sfrontatezza”. “Zaniolo? Questo ragazzo va lasciato crescere, deve vivere con equilibrio questo momento, ma e’ giusto esaltarlo per il suo percorso di crescita che sta andando oltre le aspettative. Abbiamo un giocatore forte, lo sapevamo, teniamocelo stretto” conclude Di Francesco.

 

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: