Roma-Porto, qualificazione non blindata ma Zaniolo è travolgente

 

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

Si chiude con il successo per 2-1 la sfida d’andata valevole per gli ottavi di finale di Champions League tra Roma e Porto. Sugli scudi la straordinaria prestazione di Nicolò Zaniolo, autore di una doppietta, in grado di tramortire la compagine portoghese allenata da Sergio Conceicao. Per il numero 22 giallorosso si tratta dei primi due gol in ambito europeo, vantando, altresì, l’onore di esser stato il calciatore italiano più giovane, nella storia, ad esser andato a segno nel maestoso palcoscenico della Champions.

La Roma, più in generale, ha sfoderato una performance convincente, in cui in molti hanno brillato: dalla compattezza mostrata da De Rossi, fondamentale nello svolgere un lavoro di raccordo fra la difesa e il centrocampo, alla prorompenza di Lorenzo Pellegrini, per poi passare dall’audacia di Bryan Cristante, allo spiccato impegno di Edin Dzeko, concludendo con la voglia di emergere mista a talento esplosivo di un Nicolò Zaniolo imprescindibile. Il cocktail che ne è venuto fuori è stato micidiale per il Porto.

potrebbe interessarti ancheNicolò Zaniolo: “Vado al massimo..vado a gonfie vele”

Peccato per il gol, piuttosto rocambolesco, subito al 79′, ad opera di Adrian Lopez, rete che ha inevitabilmente riaperto i giochi in vista della gara di ritorno, in cui, comunque, la “Lupa” potrà gestire due risultati su tre, anche se Eusebio Di Francesco è stato decisamente chiaro nelle dichiarazioni del dopo-partita, sottolineando che la Roma non si recherà, il prossimo 6 marzo, al “Do Dragao” di Oporto, speculando sul successo rimediato, ieri, all’”Olimpico“, piuttosto proverà a giocare a viso aperto, senza effettuare calcoli, tentando di conquistare con tenacia e coraggio un prestigioso accesso ai quarti di finale.

La truppa giallorossa dopo il pesante ko di Firenze, culminato con il 7-1 da parte della Viola che estromise Dzeko e compagni dalla Coppa Italia, ha lentamente reagito, fornendo una buona prova contro il Milan, per poi surclassare il fanalino di coda Chievo ed infine farsi trovare pronta all’appuntamento europeo, mettendo alle corde un Porto che raramente si è reso temibile dalle parti di Mirante. La Roma ha siglato due gol con il baby-boom Zaniolo, ha colpito due legni con Dzeko, ha propiziato ulteriori pericoli con Cristante e Lorenzo Pellegrini, dando la netta sensazione di potersela giocare con i campioni in carica lusitani.

potrebbe interessarti ancheRoma-Porto 2-1 (Video Gol Champions League): la doppietta di Zaniolo regala il successo ai giallorossi

Il popolo romanista, che ieri ha riempito l’”Olimpico“, ha applaudito i propri beniamini, esaltandosi in occasione della doppietta del giovane calciatore, classe 1999. Come detto, in precedenza, la rete di Adrian Lopez ha un pò raffreddato gli animi, ma i segnali giunti sono positivi: la banda guidata da Di Francesco possiede tutte le carte in regola per imporsi anche al “Do Dragao“, ma occorrerà ammirare la versione migliore della compagine giallorossa, perlomeno quella vista ieri sera, una Roma ben organizzata, concentrata sulle proprie potenzialità e senza quelle défaillance in grado di mettere in discussione il discorso qualificazione.

notizie sul temaRoma-Porto streaming live e diretta TV Champions League, dove vedere il match oggi 12/02Roma-Porto: precedenti, statistiche e curiositàRoma-Porto, il derby di Sergio Conceiçao: “Contento di affrontare i giallorossi”

The post Roma-Porto, qualificazione non blindata ma Zaniolo è travolgente appeared first on SuperNews.

 

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: