Rsa di Panettieri, le rassicurazioni di Cotticelli

 

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

CATANZARO I fatti, come è noto, sono da sempre suscettibili di interpretazioni, a volte le più diverse ed inconciliabili. Altre volte il loro significato diventa invece di per sé oggettivo ed univoco al punto da definirli “fatti concludenti”. Rientra in questa categoria quanto accaduto mercoledì mattina nella piazza antistante la Cittadella regionale – luogo che accoglie spesso le proteste di tanti calabresi disillusi – dove un piccolo ma motivato drappello di cittadini del Comune di Panettieri, guidati dal sindaco Salvatore Parrotta, ha ottenuto una prima significativa risposta. A fornirla, con indiscutibile stile istituzionale e disponibilità al confronto, il commissario alla Sanità Saverio Cotticelli che – mantenendo fede a quanto affermato al tavolo convocato presso la Prefettura di Cosenza nelle scorse settimane – ha di fatto garantito la soluzione di una vicenda che ha assunto profili kafkiani.
Nel piccolo centro della provincia di Cosenza gli animi, infatti, sono agitati da mesi e tutto ruota attorno alla Rsa “San Carlo Borromeo”, una struttura la cui gestione è sì finita da tempo ma il Comune, tuttavia, non riesce a rientrarne in possesso nonostante pronunce dei giudici e verbali dell’ispettorato del lavoro. Mercoledì mattina la svolta auspicata dal Comune, dai dipendenti che avanzano dalle 7 alle 17 mensilità di stipendio, dalle famiglie dei degenti e da tutti quei piccoli fornitori i cui crediti non sono saldati da tempo.
Il commissario Cotticelli ha infatti comunicato di aver revocato l’autorizzazione sanitaria all’esercizio e l’accreditamento definitivo della struttura socio-sanitaria denominata Casa Albergo San Carlo Borromeo gestita dalla Se.Gi. srl. Lo stesso Cotticelli, rassicurando il sindaco ed i manifestanti sul fatto che la struttura non sarà spostata da Panettieri e richiamando il decreto di revoca, ha sottolineato che fino al rilascio della nuova autorizzazione sarà l’Asp di Cosenza ad «adottare tutte le misure finalizzate ad assicurare che i pazienti ricoverati presso la struttura socio-sanitaria non subiscano alcun disagio organizzativo e sanitario mediante una speciale vigilanza a mezzo di un direttore sanitario all’uopo designato» perché «ricevano in loco» tutta l’assistenza necessaria «anche al fine di scongiurare l’interruzione di servizio sanitario essenziale».
Le “carte”, evocate a più riprese attorno a questa singolare vicenda, erano evidentemente a posto ed a Panettieri – come sottolineato da alcuni manifestanti – grazie alla decisione assunta dal commissario Cotticelli è scongiurato il rischio di perdere 20 posti di lavoro e chiudere, di fatto, un paese che conta poco più di 300 abitanti.

d. m.

L’articolo Rsa di Panettieri, le rassicurazioni di Cotticelli proviene da Corriere della Calabria.

 

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: