Nomine in Regione Lazio. 4 rinvii a giudizio e una condanna in abbreviato. Tra loro anche l’ex capo di gabinetto della Regione, Maurizio Venafro

 

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

Quattro rinvii a giudizio e una condanna in abbreviato ad un anno. E’ quanto deciso dal gip di Roma nel procedimento relativo ad alcune nomine dirigenziali alla Regione Lazio che vede coinvolti, tra gli altri, il segretario generale della Regione Lazio, Cinzia Felci e l’ex capo di gabinetto del presidente Nicola Zingaretti, Maurizio Venafro. Il giudice Costantino De Robbio ha mandato a processo i due, accusati, a seconda delle posizioni fissando la prima udienza al prossimo 19 giugno davanti ai giudici della II sezione penale. A processo anche l’ex segretario generale della Regione, Antonio Calicchia, e il vicedirettore dell’Arpa Lazio, Maria Grazia Pompa. Condannato a 12mesi di carcere, in abbreviato, l’altro vicedirettore di Arpa, Sergio Marchi. Nel procedimento la procura contesta, a secondo della posizioni, i reati di falso e abuso d’ufficio. Il procedimento riguarda, tra l’altro, alcune presunte irregolaritàrelative al curriculm della Felici nominata a capo della segreteria regionale nel maggio scorso. Al centro dell’indagine anche le nomine dei due vicedirettori dell’Agenzia regionale per l’ambiente.

 

G. C.

L’articolo Nomine in Regione Lazio. 4 rinvii a giudizio e una condanna in abbreviato. Tra loro anche l’ex capo di gabinetto della Regione, Maurizio Venafro proviene da FarodiRoma.

 

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: