Rapisarda e Puecher ristoratori con il fischietto

 

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

Dal Gazzettino

A Padova è aperto da qualche giorno un nuovo ristorante-pizzeria. Si chiama “Le Torri” ed è in via Annibale da Bassano. Una “non notizia”, se non fosse che i soci di questo locale sono Andrea Puecher e Daniele Rapisarda. Padovano doc il primo, udinese il secondo, forse i due migliori arbitri italiani di pallavolo. E allora la notizia diventa succosa per il valore di questi due fischietti internazionali e per il modo in cui questo progetto è nato.
“Con Daniele ci conosciamo dal 1993 – dice Andrea Puecher – quella sera abbiamo arbitrato una partita di serie C a Dolo. A quei tempi la serie C era nazionale. Lui mi ricorda sempre che sono anche arrivato in ritardo…Ha una memoria pazzesca, che io non ho. L’intesa è stata immediata, siamo diventati grandi amici tanto che sono stato il suo testimone di nozze”.
Da cosa nasce questa idea?
“Dalla voglia di fare qualcosa insieme. Una sera, scherzando, ci siamo detti che, invecchiando, sarebbe stato bello lavorare una settimana sì e una no, così da poter gestire al meglio tutte le designazioni, anche quelle internazionali e iniziare, soprattutto, a godersi un po’ di più la vita. E con questo locale, chissà, magari ce la faremo. Anche se in questa fase iniziale c’è tantissimo da fare”.
Lei ha una storia in un altro locale di questo genere (Le Torri di Rubano), ma Rapisarda?
“Lui è consulente farmaceutico, non sa nulla del nostro mondo… Ma non sarà solo un socio finanziario, anzi. Si sta formando e sarà molto presente nel locale, anche a livello operativo. Daniele ha rilevato anche le quote del locale di Sarmeola. Farà un po’di spola da Udine e troverà un punto di appoggio in città”.
Intesa in campo e intesa fuori. Una cosa non comune. Sempre tutto liscio?
“Con Daniele abbiamo avuto sempre una visione molto simile su molte cose. Abbiamo arbitrato decine e decine di partite insieme, ci basta un cenno per capirci. Ci siamo anche ispirati allo stesso modello di arbitro, ma non fatemi dire chi è, non vorrei scontentare qualcuno…”.
Nella pallavolo non esistono più le coppie arbitrali fisse. Eppure Rapisarda-Puecher suona ancora molto bene e viene “calata” nelle partite più importanti della stagione.
“E’ rimasto forse l’ultimo “ritornello” del nostro mondo, ovvero: quando dici un nome, in automatico arriva anche l’altro. Un privilegio che in passato hanno avuto poche altre coppie e di cui siamo orgogliosi, ovviamente”.
Come sta prendendo il mondo della pallavolo questa nuova avventura?
“Molto bene. E’ una famiglia molto grande, ma in realtà è forse più piccola di quanto sembri. L’altra settimana ho arbitrato Trento, e alla fine Kovacevic mi ha chiesto quando avremmo aperto il locale. Le voci girano”.

Massimo Salmaso

servizio

 

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: