Aiuta il fratello della convivente, evaso di prigione: ‘congiunto’ non punibile

 

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

La causa di non punibilit&agrave; prevista dall&rsquo;art. 384, comma 1, c.p. in relazione ai delitti contro l&rsquo;amministrazione della giustizia si applica anche in caso di convivenza more uxorio. Di conseguenza, il convivente della sorella di un evaso di prigione, che aiuti quest&rsquo;ultimo a sottrarsi alle ricerche di polizia, non &egrave; punibile per favoreggiamento.     &nbsp;  &#8230;<br />

Diritto e Giustizia

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

L’articolo Aiuta il fratello della convivente, evaso di prigione: ‘congiunto’ non punibile sembra essere il primo su L’Aggregatore giuridico.

 

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: