La Corte d’Appello: “Non fu Moggi a far retrocedere il Bologna”

 

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

Calciopoli Moggi Bologna

Non influirono le decisioni arbitrali

“Una sentenza della Corte di Appello civile di Napoli riapre Calciopoli. I giudici hanno negato il risarcimento a Victoria 2000 srl, socio unico del Bologna che retrocesse in B nel 2005 (…) Quella retrocessione – sostengono i giudici – non dipese dalle designazioni arbitrali decise a tavolino da Moggi & C., e quindi dalle frodi sportive finite in prescrizione”.

Lo scrive il Fatto quotidiano a firma Vincenzo Iurillo. È stata così respinta la richiesta di risarcimento dell’ex patron del Bologna Giuseppe Gazzoni Frascara che “non è riuscito a dimostrare che i fischietti falsarono i risultati’.

Per i magistrati

molto probabilmente le partite delle squadre concorrenti nella lotta per la salvezza si sarebbero concluse con gli stessi punteggi. Ed il Bologna avrebbe comunque perso a Torino contro la Juventus, ininfluente il pessimo arbitraggio pro-bianconeri di Tiziano Pieri: il direttore di gara si legge – “non risulta condannato in sede sportiva e fu assolto in sede penale” ed in campo “commise degli errori” però “considerati mere violazioni delle regole del gioco”. Insomma, non ci fu dolo, tanto che Pieri fu rimproverato dai designatori e non fu più nominato arbitro internazionale, quindi “non ricevette alcun premio dall’aver agevolato la Juventus.

Anche se il Bologna fu costretto a giocare a Torino contro la Juventus senza alcuni calciatori vittime delle ammonizioni scientifiche di De Santis durante la precedente partita con la Fiorentina.

Inoltre, secondo i giudici, ai fini della retrocessione del Bologna fu decisiva anche la crisi finanziaria del club.

L’articolo La Corte d’Appello: “Non fu Moggi a far retrocedere il Bologna” sembra essere il primo su ilNapolista.

 

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: