Ciclone Idai: centinaia i morti tra Mozambico, Malawi e Zimbabwe

 

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

Almeno 150 persone sono morte, centinaia di migliaia le persone disperse e decine di migliaia rimaste isolate, soprattutto nelle zone rurali, a causa del ciclone Idai che ha colpito il Mozambico, lo Zimbabwe e il Malawi. Il ciclone Idai ha colpito oltre 1,5 milioni di persone nei tre paesi africani, secondo le Nazioni Unite e i governi dei tre Stati africani.

Beira, la seconda città del Mozambico è in ginocchio. Completamente distrutta dal ciclone Idai che ha colpito la costa mozambicana mietendo vittime fino al Malawi e lo Zimbabwe.
Senza luce, senza comunicazione, senza aeroporto né vie di accesso, Beira piange vittime. Secondo l’Istituto Nazionale di Gestione delle Calamità sono già ventidue i morti nelle provincie di Sofala e Manica.

Le morti dovute soprattutto a causa di crollo di case e di altre infrastrutture e annegamento, secondo quanto diffuso dalla televisione statale del Mozambico, che cita fonti della Protezione Civile locale.

Paulo Tomás, portavoce della Protezione Civile locale, ha detto che, oltre i 19 morti registrati nella città di Beira, si confermano altri tre morti nella provincia di Manica dove il ciclone Idai è passato prima di arrivare nel vicino Zimbabwe. Ma il bilancio tende a salire e le operazioni di soccorso sono estremamente difficili per lo straripamento di fiumi e il crollo di ponti.

Agenzie delle Nazioni Unite e Croce Rossa stanno distribuendo alimenti e medicine con elicotteri. Le Nazioni Unite stimano che siano oltre 600 mila le persone colpite al centro e al nord del Mozambico, rimaste senza casa, alimenti e servizi basici. Più di un terzo della popolazione colpita sono bambini secondo l’Unicef.

Le autorità mozambicane hanno attivato l’allerta rosso per la regione all’inizio della settimana, nella previsione dell’arrivo del ciclone Idai. Il centro del Mozambico registra forti piogge e inondazioni dall’inizio di marzo, prima del passaggio del ciclone Idai, che hanno provocato la morte di almeno 66 persone e 150 mila dislocati, secondo le autorità locali.
Le piogge violente di sono abbattute anche a sud del vicino Malawi dove hanno provocato la morte di 56 persone e oltre 80 mila dislocati, secondo l’ultimo bollettino ufficiale.
Il primo bilancio è di 32 morti e decine di dispersi a est dello Zimbabwe, secondo le notizie diffuse dal Ministero dell’Informazione.

L’articolo Ciclone Idai: centinaia i morti tra Mozambico, Malawi e Zimbabwe proviene da FarodiRoma.

 

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: