La FNSI si schiera a difesa di Assange. E Di Battista definisce illegale l’arresto. “Intervenga il Governo”

 

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

“Ciascuno può avere il giudizio che crede su Julian Assange e sulla vicenda WikiLeaks, ma quello che non è accettabile è che ad Assange venga all’improvviso revocato l’asilo politico e che il giornalista sia stato prelevato dall’ambasciata dell’Ecuador a Londra e corra ora il rischio di essere estradato e processato negli Stati Uniti, mentre tutti coloro che hanno mentito all’opinione pubblica, falsificato documenti, truccato i dossier internazionali che portarono alla guerra in Iraq e che hanno tentato di imbavagliare la libera informazione non sono mai comparsi né mai compariranno di fronte ad alcun tribunale”. Lo affermano, in una nota, Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, segretario generale e presidente della Federazione nazionale della Stampa italiana.
“La FNSI – sottolinea la nota – chiederà alla Federazione internazionale dei giornalisti di aprire un’inchiesta indipendente che faccia luce su quello che è accaduto, a tutela della libertà di informazione e del diritto dei cittadini ad essere informati”.

“Il governo italiano intervenga per Assange o non ci sarà differenza con gli scendiletto Usa che ci hanno governato negli ultimi trent’anni”, chiede anche Alessandro Di Battista, ex deputato M5s e da alcune settimane lontano dai riflettori, che ha deciso di esporsi dopo mesi di silenzio sulle vicende di cronaca e si è appellato all’esecutivo Lega-5 stelle perché difendano il fondatore di Wikileaks, arrestato consegnato a porte spalancate a Scotland Yard dall’ambasciata dell’Ecuador a Londra dopo quasi sette anni di asilo. La linea dell’ex parlamentare e leader dei 5 stelle è stata subito seguita dai compagni di partito. Tanto che in serata è stato pubblicato un post sul Blog delle Stelle in cui si condanna la “grave violazione del diritto internazionale”.

“C’è chi fa finta di difendere la libertà di stampa ma in realtà difende soltanto editori senza scrupoli e osceni finanziamenti pubblici”, ha scritto inoltre Di Battista su Facebook. “Non sono giornalisti ma sicari della libertà di informazione. Volete sapere chi sono? Sono tutti coloro che non difenderanno un patriota dell’umanità come Assange. Il governo italiano ha il dovere di mettere in campo ogni iniziativa possibile a sostegno di Assange, altrimenti non ci sarà alcuna differenza con gli scendiletto degli Usa che ci hanno governato negli ultimi trent’anni”.

L’articolo La FNSI si schiera a difesa di Assange. E Di Battista definisce illegale l’arresto. “Intervenga il Governo” proviene da FarodiRoma.

 

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: