Marsala, le minacce per la processione del Giovedì Santo. I contestatori chiedono scusa

 

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

 L’hanno fatta grossa. E se ne sono accorti. Dopo aver inviato una lettera alla Diocesi e alle testate giornalistiche dicendo che domani, giorno della Processione del Giovedì Santo a Marsala, sarebbe accaduto "qualcosa" come protesta per alcune cose che non gradiscono, gli anonimi contestatori fanno marcia indietro.

In una lettera inviata alla redazione, scrivono: "Carissimi di tp24, visto quello che abbiamo inviato oggi, riguardo la lettera per il giovedì santo, siamo soltanto delle persone arrabbiate e deluse. Per questo abbiamo scritto tante cose. Ci siamo fatti un esame di coscienza e chiediamo scusa a tutti. Siamo esseri umani e sbagliamo tutti". Questo il messaggio inviato dalla mail  toty.zichi2019@virgilio.it.

Forse è troppo tardi. Ieri, dopo la pubblicazione dell’articolo su Tp24.it, il parroco della Chiesa di Sant’Anna e il priore sono stati fino a tarda sera dai Carabinieri, probabilmente per sporgere denuncia.

Comunque, l’importante adesso è concentrarsi per l’evento che richiama a Marsala fedeli e appassionati da ogni parte del mondo. Tutte le curiosità sulla processione del Giovedì Santo, edizione 2019, saranno raccontate in diretta su Rmc 101 alle 13 da Don Giacomo Marino. 

Su Tp24.it, inoltre potete seguire la diretta della processione. 

 

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: