Effettua la tua ricerca su tutta la rete #adessonews

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Mia Immagine

Info: Finanziamenti e Agevolazioni

Sei interessato ad una finestra davvero efficacie per dare visivilità alla tua azienda? Questo spazio potrebbe essere tuo "oltre 10.000 visite giornaliere" Richiedi informazioni

guida per gli interventi di risparmio energetico

            gennaio 9, 2018<h2>Guida detrazioni risparmio energetico 2018</h2>          
                        </p> 

Le detrazioni per la riqualificazione energetica sono tra le agevolazioni fiscali più apprezzate. Tante famiglie negli ultimi anni ne hanno usufruito per rimodernare e/o riqualificare le loro case con un risparmio fino al 65%. Per il 2018 sono stati confermati i bonus fiscali per la ristrutturazione edilizia e riqualificazione energetica ma con importanti novità. La Legge di Bilancio ha stabilito diverse aliquote per l’Ecobonus, introdotto nuovi bonus e facilitato gli interventi di riqualificazione per i condomini. Vediamo nel dettaglio quali sono le detrazioni fiscali per il 2018 e quali documenti servono per fare richiesta.

Novità Ecobonus: detrazione scende al 50% ma non per tutti i lavori!

Le detrazioni fiscali per gli interventi che aumentano l’efficienza energetica degli edifici prendono il nome di Ecobonus. Alcuni dei lavori che rientrano in questa categoria sono:

  • Sostituzione impianti climatizzazione invernali ( Caldaie a condensazione, pompe di calore, pannelli solari per Acqua Calda Sanitaria)
  • Sostituzione infissi e finestre
  • Sostituzione porte d’ingresso
  • Schermature solari
Mia Immagine

Info: Finanziamenti e Agevolazioni

Attenzione, dal 2018 la quota di spesa che si può detrarre scende dal 65% al 50% per sostituzione di infissi, finestre e schermature. Per la sostituzione degli impianti di climatizzazione, invece, l’aliquota diventa variabile. Il nuovo testo di legge vuole favorire gli interventi che migliorano in modo decisivo l’efficienza energetica degli edifici. Se la sostituzione con una caldaia a condensazione classe energetica inferiore ad A non ha diritto a nessuna detrazione, se si sceglie una delle seguenti soluzioni super efficienti si può richiedere l’ecobonus al 65%:

  • Caldaia a condensazione classe A installata con un sistema di termoregolazione di ultima generazione
  • Sistema ibrido caldaia a condensazione e pompa di calore
  • Generatori aria calda a condensazione

Detrazioni 2018 : Bonus edilizio confermato al 50%

Il bonus edilizio è destinato a tutti gli interventi su un immobile, come:

  • Manutenzione straordinaria
  • Restauro e risanamento conservativo
  • Lavori di ristrutturazione edilizia
  • Eliminazione barriere architettoniche
Mia Immagine

Info: Finanziamenti e Agevolazioni

Le detrazioni 2018 possono essere applicate su diversi tipi di interventi, per quello che riguarda il risparmio energetico è possibile richiedere bonus per:

Oltre alle spese per l’acquisto dei materiali è possibile detrarre anche le prestazioni professionali necessarie, come tecnici e manovali per sopralluoghi, perizie, progettazione ed esecuzioni dei lavori. Saranno valide solo le spese effettuate per un tetto massimo di 96.000€.
Rientra nel bonus edilizio anche l’acquisto di mobili ed elettrodomestici di classe energetica non inferiore ad A+, oltre agli apparecchi di illuminazione a LED, questi ultimi per un importo massimo di 10.000€. Fondamentale è la data di acquisto, la quale deve essere posticipata rispetto alla data di inizio dei lavori di ristrutturazione.

Le nuove detrazioni fiscali 2018

Mia Immagine

Info: Finanziamenti e Agevolazioni

Nella Legge di Bilancio 2018 sono state introdotte delle nuove detrazioni:

  • Bonus Verde: detrazione del 36% per interventi di riqualificazione verde di spazi privati
  • Sismabonus: detrazione dell’85% per interventi di riqualificazione antisismica ed energetica

Come richiedere le detrazioni 2018 per Ecobonus e Bonus edilizio?

Per richiedere le detrazioni è buona norma affidarsi ad un commercialista, al quale si dovranno fornire le fatture e copie dei bonifici per tutte le spese sostenute. Ricordiamo che i pagamenti per le detrazioni fiscali vanno eseguiti esclusivamente tramite un bonifico bancario o postale apposito, chiamato bonifico parlante.

I bonus possono essere richiesti da:

  • Proprietari dell’immobile o titolati di un diritto reale di godimento
  • Locatari o comodatari
  • Soci di cooperative divise e indivise
  • Imprenditori individuali, se l’immobile è un bene non strumentale

Hai bisogno di ulteriori consigli ed informazioni? Contattaci e un nostro esperto risponderà ad ogni tuo dubbio!

    ottobre 2, 2018

Source

Mia Immagine

Info: Finanziamenti e Agevolazioni

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: