Effettua la tua ricerca su tutta la rete #adessonews

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Mia Immagine

Info: Finanziamenti e Agevolazioni

Sei interessato ad una finestra davvero efficacie per dare visivilità alla tua azienda? Questo spazio potrebbe essere tuo "oltre 10.000 visite giornaliere" Richiedi informazioni

Sostituzione infissi: manutenzione ordinaria o straordinaria?


Serramentista alle prese con la sostituzione degli infissiSostituire le finestre è un’operazione che richiede pazienza ed esperienza
Capire se un intervento di manutenzione viene considerato ordinario o straordinario è importante per tre motivi:

  • per capire quali sono i permessi necessari per procedere ai lavori di sostituzione senza incorrere in sanzioni – in alcuni casi non occorrono permessi specifici, ma una semplice comunicazione all’Ufficio comunale competente
  • per capire quali saranno i costi burocratici dell’intervento
  • per sapere quali sono le agevolazioni fiscali previste per quella specifica opera di manutenzione e, quindi, quale documentazione occorre presentare.

In questo articolo ci occuperemo proprio di questi tre punti e parleremo di quali sono gli interventi di sostituzione degli infissi per manutenzione ordinaria, dei relativi permessi e della documentazione da presentare. Stessa cosa faremo per la sostituzione degli infissi per manutenzione straordinaria.

Quanto costa cambiare infissi? Come si fa a Risparmiare?

Cambiare gli infissi è un intervento che va eseguito in media ogni 15/20 anni, a seconda della qualità degli infissi installati. I costi sono importanti: tra i 500 e i 1500 euro ad infisso.

Mia Immagine

Info: Finanziamenti e Agevolazioni

La buona notizia è che c’è un modo sicuro per risparmiare sia sui materiali che sull’installazione senza scendere a compromessi sulla qualità delle tue finestre: confrontare diversi preventivi.

Ogni installatore di infissi sostiene costi diversi, i suoi canali preferenziali per acquistare i materiali, il suo volume di lavoro ed il suo specifico livello di esperienza. I prezzi possono variare da zona a zona e persino da ditta a ditta.

Mia Immagine

Info: Finanziamenti e Agevolazioni

Confrontare più preventivi di ditte specializzate nella tua zona ti permette di trovare eventuali offerte, di capire quali sono i costi medi nella tua zona e di verificare qual è la soluzione che ti offre il miglior rapporto qualità/prezzo.

Se vuoi puoi richiedere i preventivi che ti servono tramite il nostro sito, compilando una breve richiesta. In poche ore, riceverai tre preventivi da altrettanti professionisti che lavorano nella tua zona. I preventivi che compileranno per te sono gratuiti, completi di prezzi e non impegnativi. Possono aiutarti a scegliere meglio e a prendere contatto con le ditte più vicine a te, in modo semplice e discreto.

                            <a href="http://tirichiamo.it/PreventiviInfissiRDv1.aspx"> <img /></a>

Sostituzione infissi, manutenzione ordinaria

Mia Immagine

Info: Finanziamenti e Agevolazioni

Cambiare le finestre della tua casa può essere considerato un intervento di manutenzione ordinaria nei seguenti casi:

  • sostituzione infissi e serramenti (incluse persiane e serrande), senza modifica del modello e delle finiture iniziali – da verificare a seconda dei Regolamenti del tuo Comune se la modifica del colore degli infissi è considerato manutenzione ordinaria o straordinaria.
  • sostituzione infissi e serramenti aventi forma, dimensione o colore diverso per una porzione inferiore ad 1/3 della facciata dell’edificio
  • sostituzione di lucernari aventi stessa forma, dimensione e caratteristiche dei precedenti.
  • opere finalizzate al risparmio energetico anche in assenza di opere edilizie propriamente detto, a patto che siano rispettati gli standard di legge. La sostituzione degli infissi con infissi a risparmio energetico è manutenzione ordinaria, ma rientra nella maggiore detrazione migliorando efficienza energetica dell’edificio.
  • Rifacimento di terrazzi e balconi senza modifiche rispetto alle caratteristiche preesistenti

Le agevolazioni fiscali

Gli interventi di manutenzione ordinaria sono ammessi a fruire delle detrazioni fiscali solo se riguardano parti comuni di condomini e di edifici residenziali.

In questo caso, non è necessario che i nuovi infissi siano diversi per tipologia, colore o modello da quelli preesistenti.

I permessi

La sostituzione degli infissi è edilizia libera quando l’intervento effettuato è considerato di manutenzione ordinaria.

In questo caso non occorre dare nessuna comunicazione né chiedere nessun permesso.

La documentazione

La sostituzione degli infissi senza comunicazione al Comune non comporta spese burocratiche.

Per attestare che l’infisso/gli infissi sostituiti sono a norma ed accedere alle agevolazioni fiscali previste per gli interventi sulle parti comuni degli edifici, occorre richiedere all’installatore la certificazione di posa in opera a regola d’arte. Consigliamo comunque di richiedere tale certificazione per attestare che i tuoi nuovi infissi sono stati installati a norma di legge.

La certificazione energetica dell’infisso, fornita dal produttore, è invece utile per richiedere la detrazione per gli interventi di miglioramento dell’efficienza energetica dell’abitazione. Da questa documentazione occorre estrapolare:

  • tipologia di telaio esistente prima dell’intervento
  • tipologia di vetro esistente prima dell’intervento
  • superficie complessiva di telaio e vetro oggetto dell’intervento
  • tipologia di telaio esistente dopo l’intervento
  • tipologia di vetro esistente dopo l’intervento
  • trasmittanza del nuovo infisso (W/m2K).

Sostituzione infissi, manutenzione straordinaria

Di seguito trovi gli interventi di manutenzione straordinaria che riguardano i serramenti e gli infissi:

  • Allargamento, apertura o modifica della forma delle finestre esterne
  • Sostituzione con finestre di sagoma, materiale e colori diversi
  • Sostituzione con persiane aventi forma, materiale e colori diversi
  • Allarme finestre esterne e installazione finestre blindate
  • Apertura o sostituzione di lucernari con altri aventi caratteri (sagoma e
  • colori)diversi da quelli preesistenti
  • Nuova installazione porta finestra o sostituzione con altra avente sagoma e colori diversi
  • Trasformazione da finestra a porta finestra
  • Per i condomini: Sostituzione di finestre e persiane senza modifica della forma e del colore
                            <a href="http://tirichiamo.it/PreventiviInfissiRDv1.aspx"> <img /></a>

Le pratiche edilizie per la sostituzione delle finestre

Sostituzione infissi, cila o scia

Dopo il Decreto Scia 2 entrato in vigore l’11 dicembre 2016, viene richiesta la SCIA (segnalazione certificata di inizio attività) per tutte le opere che riguardano le parti strutturali dell’edificio (restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione).

Per effettuare la Scia occorre sempre che un tecnico qualificato che certifichi che i lavori eseguiti sono a norma di legge. Non è più necessario attendere 30 giorni per iniziare i lavori, a patto che non emergano non conformità.

La Cila (comunicazione inizio lavori asseverata) invece è necessaria per tutti gli interventi di manutenzione straordinaria che non comportano modifiche strutturali dell’edificio. Anche qui occorre un tecnico qualificato per l’asseverazione ed i lavori possono partire subito.

Sostituzione infissi senza Dia

La dichiarazione di inizio attività (Dia) è stata sostituita dalla Scia e dalla Cila nella maggior parte dei casi. Per la sostituzione degli infissi non occorre la Dia, che viene utilizzata solo per le varianti in corso d’opera nelle ristrutturazioni edilizie.

Sostituzione infissi e APE (attestato di prestazione energetica)

Quando si sostituiscono gli infissi con infissi a risparmio energetico, si costruisce una nuova abitazione o si fanno altri lavori di ristrutturazione con riqualificazione energetica dell’edificio, per accedere alle agevolazioni fiscali è obbligatorio redigere o aggiornare l’APE.

L’APE viene redatto da un tecnico accreditato, il quale valuta il livello di efficienza energetica dell’edificio e lo aggiorna sulla base degli interventi effettuati. Le spese tecniche sostenute per l’APE (dai 100 ai 200 euro) sono a loro volta detraibili.

L’attestato va conservato accuratamente perchè verrà richiesto anche in caso di vendita o locazione dell’immobile.

Sostituzione infissi in zona vincolata

Se la tua casa ricade in una zona su cui c’è un vincolo paesaggistico, per la sostituzione degli infissi serve l’autorizzazione paesaggistica semplificata.

La domanda di autorizzazione paesaggistica va inoltrata all’autorità competente del tuo Comune, che la gira alla soprintendenza competente, la quale esprime il proprio parere per il rilascio dell’autorizzazione all’intervento. I tempi medi dell’operazione variano da 40 a 70 giorni.

Source

Mia Immagine

Info: Finanziamenti e Agevolazioni

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: