La rete Adessonews è un aggregatore di news è pubblica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana.  Puoi richiedere la rimozione o inserimento degli articoli  in qualsiasi momento clicca qui.  Al termine di ciascun articolo puoi individuare la provenienza.

Cerca: Agevolazioni Finanziamenti Norme e Tributi sulla rete ADESSONEWS

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
#adessonews
Nostri Servizi

Mutuo prima casa: i requisiti di cui proprio non puoi fare a meno

Spazio pubblicitario riservato ad inserzionista "Italia Servizi"

Richiedi informazioni sui prodotti Italia Servizi

Elenco servizi: agevolazioni, finanziamenti, norme e tributi.

Operativi su tutto territorio Italiano

 

Sempre più richiesto, il Mutuo prima casa è il prestito ipotecario rivolto a tutti coloro che non sono ancora proprietari di immobili e che desiderano acquistare la prima casa. Per accedere a questo tipo di finanziamento la banca richiede precise garanzie per tutelarsi e assicurarsi il pagamento nel corso degli anni.

L’istruttoria è appunto una verifica per capire se il beneficiario del prestito sarà in grado di restituire la somma e, soprattutto, se potrà farlo nelle modalità e con i tempi previsti nel suo piano.

Ecco quali sono i requisiti indispensabili per ottenere un mutuo.

I requisiti anagrafici per accedere al Mutuo

Ovviamente, tra i requisiti basilari c’è quello che il richiedente abbia raggiunto la maggiore età e che sia che sia:

  • un cittadino italiano residente in Italia;
  • un cittadino di Stati membri della Cee;
  • un cittadino straniero con residenza in Italia.

Per l’età massima non è prevista un vero e proprio limite, ma nel caso di anziani la durata del piano solitamente viene ridotta (a seconda dell’età), mentre per i più anziani un’alternativa è rappresentata dal Prestito Ipotecario Vitalizio.

Il reddito: un requisito fondamentale per il Mutuo

È il requisito basilare, poiché rappresenta la prima garanzia a cui la Banca guarda per concedere un Mutuo. Poter dimostrare un reddito fisso e continuo è quindi importantissimo e rappresenta uno dei primissimi parametri sui quali la banca basa la sua valutazione di fattibilità.

Per tutelarsi la Banca concede il finanziamento solo se è sicura che il richiedente è nelle condizioni di rimborsare nei tempi convenuti la somma pattuita. Per questo, insieme alla dimostrazione di reddito, contribuiscono anche:

  • l’affidabilità e correttezza del richiedente;
  • la sua capacità di credito, ossia il rapporto rata/reddito: la Banca vuole essere certa che il mutuatario non si accolli una rata che il suo reddito non può sostenere;
  • il valore dell’immobile per cui viene richiesto il finanziamento;
  • la presenza di garanzie supplementari prestate da terzi.

Puntualità di rimborso nei precedenti finanziamenti

Nel caso il richiedente abbia già goduto di prestiti precedenti, la banca ha la possibilità di controllare la puntualità del rimborso grazie ai sistemi di informazione creditizia, banche dati che tengono appunto traccia di tutti prestiti. Grazie a queste banche dati, l’istituto bancario può rapidamente verificare il nostro comportamento e in caso di ritardi o mancati rimborsi negare l’erogazione del mutuo.

I documenti da presentare per il Mutuo prima casa

Dopo il via libera di fattibilità, il richiedente deve presentare alla banca tutta la documentazione necessaria a supportare la richiesta del Mutuo prima casa.

I documenti richiesti variano a seconda della situazione lavorativa, ma per tutti sono necessari:
  • il certificato di nascita;
  • il certificato di stato civile oppure estratto dell’atto di matrimonio completo di tutte le annotazioni. Nell’ipotesi di persone divorziate o separate legalmente, bisogna presentare copia della sentenza del tribunale;
  • la copia del compromesso;
  • una planimetria dell’immobile in oggetto
  • una copia del certificato di abitabilità;
  • una copia dell’ultimo atto di acquisto dell’immobile.
Oltre ai precedenti documenti, per il lavoratore dipendente è richiesta:
  • la dichiarazione del datore di lavoro dell’anzianità di servizio;
  • l’originale dell’ultimo cedolino di stipendio e copia del modello CUD (in alternativa copia del mod.730 o “Unico”).
Al lavoratore dipendente sarà richiesto:
  • la dichiarazione del datore di lavoro sulla propria anzianità di servizio;
  • l’ultima busta paga e una copia dell’ultimo modello CUD o del modello 730.
Mentre per i liberi professionisti o i lavoratori autonomi:
  • l’attestato di iscrizione all’ ALBO cui appartiene (se professionista);
  • l’estratto della Camera di Commercio Industria e Artigianato (C.C.I.A.);
  • le copie del modello “Unico” (ex. Modello 740).

I Mutui acquisto prima casa di Credipass

Vuoi la tua indipendenza? Cerchi più spazio? Hai trovato la casa perfetta per la tua famiglia?

Con Mutuo Acquisto Casa di Credipass comprare la prima o la seconda casa è facile, vantaggioso e sicuro.

Scordati le file agli sportelli e problemi con la documentazione, hai già tutto quello che serve a casa. Affidati all’esperienza dei nostri Promotori Creditizi e scegli il mutuo più vantaggioso del mercato per convenienza e flessibilità.

Scopri i vantaggi dei Mutui Credipass

Source

Spazio pubblicitario riservato ad inserzionista "Italia Servizi"

Richiedi informazioni sui prodotti Italia Servizi

Elenco servizi: agevolazioni, finanziamenti, norme e tributi.

Operativi su tutto territorio Italiano