La rete Adessonews è un aggregatore di news è pubblica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana.  Puoi richiedere la rimozione o inserimento degli articoli  in qualsiasi momento clicca qui.  Al termine di ciascun articolo puoi individuare la provenienza.

Cerca: Agevolazioni Finanziamenti Norme e Tributi sulla rete ADESSONEWS

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
#adessonews
Nostri Servizi

come funziona e cos’è l’accollo del mutuo

Spazio pubblicitario riservato ad inserzionista "Italia Servizi"

Richiedi informazioni sui prodotti Italia Servizi

Elenco servizi: agevolazioni, finanziamenti, norme e tributi.

Operativi su tutto territorio Italiano

 

Il mutuo con accollo si configura quindi come un contratto che viene stipulato tra l’accollato e l’accollante, quindi tra colui che intende vendere l’immobile, e quindi cedere il proprio mutuo con la banca, e colui che intende acquistarlo. In Italia le tipologie di accollo a cui tendenzialmente si fa ricorso sono due: accollo cumulativo e accollo liberatorio.

Cos’è l’accollo cumulativo del mutuo

La prima delle due tipologie di accollo è l’accollo cumulativo (o non liberatorio) nel quale il mutuatario originario non viene liberato totalmente dai sui obblighi con l’istituto di credito che ha erogato il finanziamento.

I responsabili del debito sono così sia l’accollante che l’accollato, con l’accollato che rimane obbligato in solido e sarà chiamato a rimborsare le rimanenti rate solo qualora l’accollante non adempia alle sue obbligazioni.

Accollo liberatorio: significato e vantaggi

L’accollo liberatorio invece, a differenza dell’accollo cumulativo, libera l’accollato da ogni obbligo e trasferisce completamente il debito all’accollante. Questo tipo di accollo è sicuramente più vantaggioso per l’accollato il quale non si trova più a dover rispondere dell’obbligazione nel caso in cui l’accollante non sia in grado di adempiere.

Per evitare la nullità del contratto è necessario che, al momento della stipula del contratto tra accollato e accollante, sia fatta espressiva richiesta di avvalersi dell’accollo liberatorio.

Accollo del mutuo del costruttore

Come detto, può capitare che in alcuni casi l’accollato sia il costruttore, l’impresa edilizia che si è occupata della realizzazione della casa. Questo capita spesso qualora si acquisti una casa appena costruita, dove l’azienda edilizia ha, prima di incominciare i lavori, richiesto un finanziamento per coprire le spese di costruzione, acquistare i materiali necessari e pagare gli operai.

In fase di acquisto, il costruttore può proporre all’acquirente di accollarsi una parte del finanziamento per evitare, da un lato, che il futuro proprietario richieda un mutuo presso un’altra banca e, dall’altro, per recuperare un po’ di liquidità da reinvestire eventualmente in un nuovo progetto immobiliare. In questa maniera, accettando l’accollo del mutuo edilizio, si va a coprire una parte del finanziamento concesso al costruttore.

Se si decide di intraprendere questa modalità è necessario sapere che si può ottenere la copertura dell’80% del valore della casa, mentre la restante parte, il 20%, dovrà essere coperto dall’acquirente con fondi liquidi.

Accettando l’accollo del mutuo edilizio non sarà necessario richiedere l’iscrizione di una nuova ipoteca sull’immobile in quanto è già gravante sulla casa per via del finanziamento ottenuto dal costruttore, a differenza di quanto accadrebbe con l’apertura di un nuovo mutuo.

Source

Spazio pubblicitario riservato ad inserzionista "Italia Servizi"

Richiedi informazioni sui prodotti Italia Servizi

Elenco servizi: agevolazioni, finanziamenti, norme e tributi.

Operativi su tutto territorio Italiano