Ciao a tutti,

come da titolo, ho una serie di domande sull’argomento:

– quale è la base per calcolare il rapporto rata reddito (rrr) se il mensile netto del mutuatario, a titolo esemplificativo, è 100 e quello del garante sempre 100?

100 + 100 semplicemente oppure 100 + 1/3 di 100?

– mutuo A già concesso, mutuatario + garante;

mutuo B da istruire, stessi richiedenti, ruoli invertiti, si può fare? Al solito, come viene calcolato il netto mensile per poi valutare il rapporto rata/reddito? Il garante ha come impegno 1/3 della rata oppure si considera solo la rata periodica del finanziamento?
Questo per evitare contestazione mutuo.

Ad esempio vi posso dire che Intesa Sanpaolo, sull’ultimo punto posto,1 considera come impegni la rata mensile del mutuatario + 1/3 della stessa rata per il garante.

E lo stesso vale per il reddito mensile, 100% del richiedente + 1/3 del garante, molto difficoltoso quindi ottenere una delibera positiva se il reddito è abbastanza basso.
E garante e finanziato non devono lavorare presso la stessa azienda.

Se non sono stato esaustivo nel porre le mie questioni, scrivete pure i vostri dubbi e mi spiegherò meglio

Grazie!