La rete Adessonews è un aggregatore di news è pubblica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana.  Puoi richiedere la rimozione o inserimento degli articoli  in qualsiasi momento clicca qui.  Al termine di ciascun articolo puoi individuare la provenienza.

Cerca: Agevolazioni Finanziamenti Norme e Tributi sulla rete ADESSONEWS

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
#adessonews
Nostri Servizi

Intestare immobile a minorenne | Mutui.it

Spazio pubblicitario riservato ad inserzionista "Italia Servizi"

Richiedi informazioni sui prodotti Italia Servizi

Elenco servizi: agevolazioni, finanziamenti, norme e tributi.

Operativi su tutto territorio Italiano

 

Come intestare un immobile al figlio minorenne

26 luglio 2013

Le stime vanno prese per quelle che sono, ma certamente non si può sottovalutare l’esorbitante cifra di 243 milioni di sterline che il royal baby, George Alexander Louis, sta facendo guadagnare all’economia del Regno Unito. La nascita del principino, figlio di William e Kate è stata infatti salutata con 62 milioni di sterline in champagne e prosecco, 25 milioni in cibo, 56 milioni in souvenir, 24 milioni in giocattoli e ben 76 milioni in libri e dvd.

Un bimbo, terzo nella successione al trono della corona di Sua Maestà, decisamente fortunato visto che può anche contare su un patrimonio valutato in un miliardo di sterline comprensivo anche di numerosi immobili come il castello dei Windsor, il più grande abitato del mondo. E, senza dubbio, i genitori non avranno nessuna difficoltà a intestare al loro primogenito altre proprietà immobiliari.

Un bell’augurio che accomuna tutti i genitori, indipendentemente da quanto sangue blu scorra nelle loro vene. In questi casi, infatti, tutto il mondo è paese e pensare al futuro dei propri figli è tanto normale, quanto comune. Del resto, l’Italia è una delle culle dei piccoli proprietari di casa, visto che i tre quarti delle famiglie vivono in una casa di proprietà e – crisi permettendo – la passione per il mattone è decisamente tipica lungo lo Stivale con la più che gettonata scelta di intestare un immobile al figlio minorenne.

Vediamo, quindi, nel dettaglio cosa comporta questa procedura e l’iter da rispettare. In primis, va detto che per procedere serve l’autorizzazione del giudice tutelare. Si tratta, infatti, di un atto di amministrazione straordinaria in favore del minore il cui via libera può essere richiesto direttamente dal notaio, oppure al tribunale come atto di volontaria giurisdizione.

Quello che, ovviamente, non è possibile fare è intestare al minore il mutuo per l’acquisto della casa, visto che le banche pretendono la maggiore età tra i requisiti del mutuatario. Il mutuo sarà, quindi, necessariamente intestato ai genitori che, di conseguenza, non potranno portare in detrazione né le spese, né gli interessi passivi. Come precisato dall’Agenzia delle Entrate, infatti, la detrazione del mutuo è ammessa solo per chi risulta contemporaneamente intestatario del contratto di mutuo e dell’immobile.

È, invece, possibile per i genitori usufruire dei benefici per l’acquisto della prima casa anche se possiedano già degli altri immobili. Si tratta del pagamento con aliquota ridotta al 3% dell’imposta di registro o dell’Iva e il pagamento in misura fissa a 168 euro delle imposte catastali o ipotecarie, che insieme permettono di avere un risparmio notevole rispetto a quelli previsti per la seconda casa.

Altra considerazione da valutare: occorre considerare che intestando la piena proprietà al minorenne poi, al compimento dei 18 anni, il figlio potrà vendere la casa senza che i genitori possano opporsi. E, dal momento che le agevolazioni possono essere richieste una sola volta per una sola cosa, intestando una proprietà al minore in futuro non si potranno più richiedere per un’altra casa.

Sempre in tema di dichiarazione dei redditi, va detto che fino al raggiungimento della maggiore età dell’intestatario, i genitori avranno l’usufrutto della proprietà e dovranno denunciare l’immobile tra le loro tasse, pagando le imposte sulla stessa come seconda casa nel caso in cui non abbiano lì la residenza e siano già in possesso di altre abitazioni.

Infine, meglio ricordare che acquistando la casa al figlio minore si effettua una donazione. Atto che potrebbe essere impugnato da un eventuale secondo figlio nel caso in cui i genitori non provvedano a donare anche a lui la stessa somma.

di Patrizia De Rubertis

Source

Spazio pubblicitario riservato ad inserzionista "Italia Servizi"

Richiedi informazioni sui prodotti Italia Servizi

Elenco servizi: agevolazioni, finanziamenti, norme e tributi.

Operativi su tutto territorio Italiano