La rete Adessonews è un aggregatore di news è pubblica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana.  Puoi richiedere la rimozione o inserimento degli articoli  in qualsiasi momento clicca qui.  Al termine di ciascun articolo puoi individuare la provenienza.

Cerca: Agevolazioni Finanziamenti Norme e Tributi sulla rete ADESSONEWS

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
#adessonews
Nostri Servizi

impegno del Garante e obbligazioni contrattuali

Spazio pubblicitario riservato ad inserzionista "Italia Servizi"

Richiedi informazioni sui prodotti Italia Servizi

Elenco servizi: agevolazioni, finanziamenti, norme e tributi.

Operativi su tutto territorio Italiano

 

Obbligazioni contrattuali

Quando si inoltra una domanda di mutuo non è raro sentirsi chiedere la firma di un garante, chiamato tecnicamente “fideiussore”.

Anche se si tratta di una garanzia concessa talvolta con una certa superficialità, la fideiussione (o fidejussione) rappresenta un impegno molto gravoso, esattamente analogo a quello del mutuo.

Qualora il debitore principale non pagasse, la banca chiederà infatti al garante di provvedere al rimborso delle rate. Ma non si tratterà di un invito bonario. In caso di risoluzione contrattuale per insolvenza il credito potrà essere escusso forzosamente tanto al debitore principale quanto al garante. Il che metterebbe in gioco il patrimonio e le fonti reddituali di entrambi, oltre ovviamente all’immobile ipotecato.

Chi presta questo tipo di garanzia farà dunque bene a destinarla solo a quelle persone che aiuterebbe comunque in caso di difficoltà, indipendentemente da un impegno scritto. Di solito i parenti stretti.

Alla fideiussione viene comunque fissato un limite di importo, superato il quale il garante non sarà più tenuto a compensare l’insolvenza del debitore.

Inoltre la fideiussione cessa spontaneamente con l’estinzione dello specifico debito che garantisce.

Giuridicamente è consentita al fideiussore l’azione di regresso nei confronti del debitore principale. Si tratta della facoltà di agire contro di lui per riottenere quanto si è pagato per suo conto.

Nel momento in cui ciò avviene si dice che il fideiussore si surroga al creditore, nel senso che si sostituisce alla banca, rispetto all’ottenimento delle somme ad essa destinate originalmente.

Quando l’impegno di garanzia è prestato a favore di parenti, tale opportunità rimane tuttavia solo un’ipotesi formale, essendo poco immaginabile l’idea di proporre un’azione giudiziaria nei loro confronti.

In caso di morte del fideiussore, tutti i doveri che egli aveva assunto in vita ricadranno sugli eredi. Come anche eventuali diritti che avesse vantato verso debitori assistiti con l’anticipo del rimborso dei loro debiti.

Source

Spazio pubblicitario riservato ad inserzionista "Italia Servizi"

Richiedi informazioni sui prodotti Italia Servizi

Elenco servizi: agevolazioni, finanziamenti, norme e tributi.

Operativi su tutto territorio Italiano