Rete #adessonews

Ecobonus 110, a che punto siamo? La parola agli esperti

Alessandro Bertarelli, consigliere del Colleggio dei Geometri di Roma, Cristoforo Florio, commercialista specializzato in fiscalità immobiliare e Umberto Garini, Referente settore Ambiente e utilities di Confcommercio, hanno partecipato all’incontro live organizzato da Fimaa su uno dei temi più caldi del momento, il superbonus 110, per rispondere a una serie di quesiti su quello che si candida ad essere un importante volano per la ripresa del settore immobiliare ed economico e per capire a che punto siamo con l’ecobonus 110

All’incontro, moderato dal blogger immobiliare Gerardo Paterna, hanno partecipato anche il presidente nazionale di Fimaa Santino Taverna e Maurizio Iori, Consigliere nazionale Fimaa, con delega alla formazione. Al centro della discussione l’ormai notissimo ecobonus 110 per cento, che introdotto dal decreto rilancio ha concluso il suo iter normativo per essere pienamente operativo il 15 ottobre, data a partire dalla quale è possibile comunicare all’Agenzia delle Entrate l’opzione della cessione del credito o dello sconto in fattura. 

Ed è proprio quest’ultima una delle novità più importanti del nuovo strumento nato per migliorare l’efficientamento energetico del patrimonio immobiliare italiano, ad oggi per 2/3 ancora in classe energetica G, e per dare nuovo impulso al settore e a tutta l’economia fortemente colpita dall’emergenza covid. Come ha spiegato  Florio, ad oggi esistono tre opzioni per recuperare il credito dell’ecobonus:

  • Sostenere le spese pagando la fattura all’impresa che esegue i lavori e portare in detrazione sull’imposta lorda il credito maturato in cinque anni nella propria dichiarazione dei redditi.
  •  Pagare la fattura e rivolgersi a un intermedio abilitato (sia esso la banca o anche un privato cittadino) per cedere il credito maturato. Questo a sua volta presenterà una pratica all’Agenzia delle Entrate dove sarà indicato anche il codice fiscale del beneficiario dell’intervento
  • Cercare un’impresa che operi direttamente uno sconto in fattura sui lavori effettuati alla quale cedere il proprio credito d’imposta maturato. Questa a sua volta potrà rivolgersi all’Agenzia delle Entrate per scontare il credito nella dichiarazione dei redditi o cedere a sua volta il credito a una banca.

Un punto importante riguarda il rapporto tra ecobonus e abusi edilizi. In caso di condomini, il dl agosto ha specificato che l’esistenza di irregolarietà su un singolo appartamento non elimina la possibilità per il resto del condominio di usufruire del bonus 110. Ma nel caso di immobili unifamiliari,  ha spiegato Bertarelli, “si può accedere all’ecobonus sempre e quando le irregolabità siano sanate entro il 31 dicembre 2021, quindi il rischio resta molto alto. Ê più facile attivare la procedura per sanare le irregolarità e poi quella per l’ecobonus 110 per evitare di perdere tutto. Abbiamo fatto più di 200 sopralluoghi di controllo e il 60-70% non sono abusi sanabili e quindi non potranno accedere all’ecobonus 110″.

Finanziamenti - Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

 

Nonostante sia una misura imporante per la ripresa del settore ci sono delle criticità, in primis quella legata all’orizzonte temporale del superbonus, ad oggi limitato al 31 dicembre 2020. Per questa ragione, nell’agenda di Confcommercio c’è l’impegno per ottenere da parte del governo una proroga dell’ecobonus 110 che, come spiega Garini, arrivi almeno fino al 2024.  A questo scopo un aiuto importante può arrivare dal Recovery Fund. “A livello nazionale i fondi scarseggiano, ma con il Recovery Fund i fondi ci sono, anche perché il 37% dovrà essere destinato proprio ad operazioni di salvaguardia ambientale. Con il superbonus abbiamo tutto da guadagnare: diamo impulso all’economia, aumentiamo il valore degli immobili, miglioriamo la qualità dell’aria indoor e abbattiamo le emissioni di gas inquinanti. Il miglioramento di due classi energetiche di un patrimonio immobiliare comporta un risparmio che va dal 35 al 50% ed è una misura che cadrebbe a pioggia sulle piccole e medie imprese” 

 

Source

L'articolo Ecobonus 110, a che punto siamo? La parola agli esperti proviene da #Adessonews Finanziamenti Agevolazioni Norme e Tributi.

Finanziamenti - Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell'articolo.

Per richiedere la rimozione dell'articolo clicca qui

Open chat
1
Ciao posso aiutarti?
Finanziamenti e agevolazioni personali e aziendali.
Utilizza questa chat per richiedere informazioni o l'attivazione di un finanziamento e/o agevolazione.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: